BANDA MUSICALE DI COSTANO

Foto di BANDA MUSICALE DI COSTANO

La banda musicale di Costano venne fondata nel secondo dopoguerra per iniziativa di un gruppo di persone guidate dal parroco don Giovanni Castellini e composto, tra gli altri, da Enrico Trovatelli, Aleandro Lunghi, Fortunato Mencarelli, Agostino e Rinaldo Polinori, Primo Campagnoli, Leo Lunghi. Essi poterono contare sul sostegno degli abitanti del paese e della campagna, uniti nello sforzo per trovare le risorse economiche necessarie.

L´esordio avvenne il 19 marzo 1950, festa di San Giuseppe, patrono della parrocchia. Primo direttore è ricordato il maestro Cristoforo Catalanotto, di Tordandrea. Fu lui ad istruire i primi giovani, cui si aggiunsero i suonatori del paese inseriti da anni nell´organico della banda di Bastia, vecchia istituzione nata nel 1856 e scioltasi nel 1952. Alla direzione si sono susseguiti Francesco De Santis, Renzo Gori, Marco Lunghi, Ferdinando Carbonari, Giuseppe Cecchetti (dal 2001). Enrico Trovatelli fu il primo presidente, poi vennero Otello Trovatelli, Ezio Giuliani, Enrico Meschini, Manlio Giuliani (attualmente in carica).

La banda musicale di Costano è un´istituzione preziosa. Essa costituisce la colonna sonora di tanti momenti della vita della nostra comunità. La sue note fanno da sottofondo alle processioni nelle più importanti ricorrenze religiose, guida e caratterizza le cerimonie civili e istituzionali del Comune di Bastia, diffonde allegria nei più diversi momenti di richiamo collettivo e ricreativo. È richiesta, svolge un´intensa attività concertistica, dove primeggia il repertorio tipico della banda, e da anni ha avviato, con stage e seminari, lo studio degli ultimi compositori più affermati in campo nazionale ed estero per quanto riguarda la musica bandistica.

È costituita da un organico dove prevalgono in larga misura giovani e giovanissimi di ambo i sessi. La funzione che svolge nel campo dell´educazione musicale risulta della massima importanza, e chi vi partecipa ha la possibilità di fare musica di insieme e di esibirsi in maniera corale. È gemellata con i Musikfreunde (Amici della musica) della cittadina tedesca di Hoechberg, con la filarmonica di Levico Terme e, prossimamente, lo sarà con quella di Sassuolo.

Antonio Mencarelli