Eventi

18 Nov 2018;
11:00 - 12:00
S. Messa
18 Nov 2018;
15:30 - 18:00
Formazione catechisti
19 Nov 2018;
18:30 - 19:00
S. Messa
20 Nov 2018;
18:30 - 19:00
S. Messa
21 Nov 2018;
18:30 - 19:00
S. Messa
21 Nov 2018;
21:00 - 23:00
Consiglio pastorale
22 Nov 2018;
18:30 - 19:00
S. Messa animata dalla Banda Festa S. Cecilia
23 Nov 2018;
18:30 - 19:00
S. Messa

Iscriviti alla Newsletter

In una serata mite, con una piazza gremita da un pubblico omogeneo e attento, ieri sera la Banda Musicale di Costano insieme al Coro Polifonico di Bastia Umbra e il Coro Parrocchiale S. Giuseppe di Costano, si sono esibiti in uno spettacolo musicale nel ricordo dei 100 anni dalla prima Guerra Mondiale. Il direttore della Banda Musicale di Costano Giuseppe Cecchetti, in collaborazione con gli attori della Compagnia Teatrale di Pietrafitta, hanno messo in scena un Opera fatta di monologhi e brani musicali cantati nel periodo della grande guerra del 1915-1918. Un susseguirsi di dialogo e immagini culminate da brani musicali eseguiti impeccabilmente dalla Banda e cantati con grande fervore dal Coro Polifonico e Parrocchiale. Si,perchè il nostro coro Parrocchiale S. Giuseppe, anche se ha tra le sue file dei dilettanti, questi non sono allo sbaraglio, ma si sono preparati con grande dedizione e grazie alla guida sapiente e generosa di Sabina Scarponi direttrice del coro, hanno confezionato una performance che rimarrà nelle orecchie degli spettatori e nel cuore del nostro coro. Non avevamo dubbi sulla padronanza e la bravura dimostrata dalla Banda e dal Coro Polifonico di Bastia Umbra, che sono abituati molto più di noi ad uscite concertistiche. Sono però stato colpito dalla grande sensibilità e dal forte affiatamento che si percepiva durante tutto lo spettacolo di tutti i membri di questa grande Sinfonica. Una partecipazione totale a tutto quello che raccontavano il personaggio principale, il narratore ed il presentatore. Una dimostrazione palese che quando siamo tutti sotto un'unica bandiera, quella Italiana, sappiamo fare grandi cose; frutto delle piccole di ogni giorno. Il Presidente della Banda Manlio Giuliani, con grande emozione ha ringraziato tutti coloro che hanno permesso la realizzazione di questo spettacolo, esprimendo testuali parole “Un sogno si è realizzato”e consegnando ai due cori il gagliardetto della Banda. Alla fine dello spettacolo diretto con grande energia da Giuseppe Cecchetti, sono stati eseguiti due bis; Tranta Sòld (trenta soldi) e l’inno di Mameli. Molti del pubblico lo hanno cantato con la mano destra sul petto, pensando chissà a quanti racconti dei loro nonni, genitori, amici. Cose che ci ricordano da dove veniamo e che ci fanno sentire più uniti. Alle porte dell’unione degli stati europei dove i popoli devono camminare in un clima di solidarietà, tolleranza, armonia, onesta, giustizia,pace e collaborazione, come ci ha ricordato il Sindaco Stefano Ansideri nel suo discorso iniziale, siamo chiamati ad essere uniti per collaborare ad un futuro migliore, per crescere tutti e donare ognuno delle proprie esperienze e del proprio sapere. Dobbiamo esprimere le nostre potenzialità perche è un dono che ci è stato dato e lo dobbiamo mettere al servizio del prossimo. Questo è quello che è successo ieri sera. Persone che si uniscono per donare uno spettacolo emozionante alla gente. Se volete sapere qual è la trama dello spettacolo vi invito tutti il 13 giugno in Piazza a Costano alle ore 21.00, cosi la scoprirete. “IL SACCO E’ PREPARATO SULL’ OMERO MI STA, SONO UOMO E SON SOLDATO VIVA LA LIBERTA, IL SACCO E PREPARATO E A COSTANO SI VA !!!

Sandro Marioni