Eventi

Nessun evento

Iscriviti alla Newsletter

di Cristiana Mencarelli e Ombretta Dall'Olio

 

"Chiamato ad annunciare la tua Parola,
aiutami, Signore, a vivere di te,
e ad essere strumento della tua pace.
Assistimi con la tua luce,
perché i ragazzi, che la comunità
mi ha affidato, trovino in me
un testimone credibile del Vangelo."

E' questo l'inizio della preghiera del catechista che tutti i sabati, prima di iniziare l'incontro con i bambini, recita assieme agli altri catechisti. Gli ricorda qual'è il suo ruolo all'interno della comunità, ma soprattutto, gli dona l'entusiasmo per la chiamata che gli è stata rivolta e per il compito che gli è stato affidato.
Ma chi è il catechista oggi?
Il catechista oggi non ` l'insegnante di dottrina. E' un uomo, una donna, una ragazza, una donna "diversamente" giovane (più avanti nell'età) che è necessariamente testimone: qualcuno che ha incontrato Dio lungo la sua strada, l'ha riconosciuto nella sua vita che la Sua Parola ha trasformato. Non racconta storielle, ma attraverso il gioco, il dialogo, un racconto, un'attività manuale, immagini, cerca invece di far appassionare, entusiasmare e incuriosire i bambini e i ragazzi alla figura di Cristo, a fare esperienza di Gesù.
Oltre alla propria testimonianza di vita il catechista dedica tempo alla preparazione dell'incontro, collabora con gli altri catechisti, con il parroco, perché il progetto al quale è chiamato supera il singolo, l'autoreferenzialità. Tutti agiscono non per proprio conto ma in nome della Chiesa e della comunità. Ecco perché l'uomo, la donna, la ragazza e la donna "diversamente" giovane, si mettono in gioco per seguire dei corsi di Formazione necessari ad aggiornare il loro "sistema operativo" e per essere sempre al passo coi tempi, ma soprattutto per accompagnare i bambini e i ragazzi nel fare esperienza di Dio: perché cristiani non si nasce, ma si diventa!